Centro Visione Pedrotti | 10 regole per proteggere i nostri occhi
15498
post-template-default,single,single-post,postid-15498,single-format-standard,cookies-not-set,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-8.0,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive
 

11 Mag 10 regole per proteggere i nostri occhi

occhio-600x600Nei bambini e negli adolescenti che utilizzano occhiali, sottoporsi ad un controllo oculistico
una volta l’anno. Solo a difetto stabilizzato (generalmente dopo i 20-25 anni) il controllo può
essere ogni 2-3 anni.
Dopo i 45 anni è consigliabile ogni anno una visita oculistica di controllo, comprensiva di
esame del fondo oculare e di misurazione della pressione oculare. Se si è affetti da patologie
come diabete, grave ipertensione, malattie del sistema immunitario è necessario recarsi dal
medico oculista di fiducia almeno una volta ogni 6 mesi.
• Non trascurare mai improvvise alterazioni della visione, come lampi luminosi o
annebbiamento della vista, potrebbero essere la spia di un serio problema retinico. In ambito
oculistico è più spesso allarmante un deficit visivo senza alcun dolore che un occhio rosso o
un occhio dolorante. I soggetti più a rischio sono i miopi o quelli con precedenti di malattie
oculari in famiglia.
• Utilizzare sempre occhiali da sole con filtri a norma di legge nelle giornate assolate o
quando vi recate al mare o in montagna. Diversamente dalla pelle gli occhi non sviluppano
tolleranza ai raggi UVA e UVB ma diventano più sensibili ad ogni esposizione.
• Periodicamente (almeno ogni 10 giorni) provate a leggere chiudendo alternativamente un
occhio alla volta. Se notate che con un occhio vedete peggio dell’altro, sopratuttto se
osservate che le righe sono distorte, recatevi dal vostro oculista per una visita di controllo
specialmente per fare un esame del fondo oculare.
• Se avete occhi rossi non mettete colliri senza aver prima consultato il vostro oculista, a
meno che non si tratti di lacrime artificiali.
Molti colliri contengono cortisonici, se usati a lungo e a sproposito possono causare gravi
conseguenze (glaucoma, cataratta, ecc).
• Se vi sono stati prescritti occhiali usateli soprattutto quando siete alla guida o state di fronte
allo schermo del computer.
• Mangiate tutti i giorni frutta e verdura fresca; l’apporto vitaminico è importante per
prevenire gravi malattie oculari come la degenerazione maculare che frequentemente
insorge in età senile. Altrettanto importante è il controllo della pressione anteriosa ed una
regolare attività fisica.
• Attenzione a cosa vi entra negli occhi: polveri, trucco e detersivi sono agenti che
determinano infiammazione ed arrossamento della congiuntiva.
Nel caso in cui accidentalmente si venga a contatto con una di queste sostanze e subentri
irritazione oculare prima lavatevi abbondantemente gli occhi con acqua corrente e poi se i
disturbi permangono recatevi dall’oculista. Non consigliabile iniziare una terapia qualsiasi
usata in precedenza o consigliata da un conoscente.
• Le lenti a contatto non vanno portate per più di 6-8 ore al giorno, ma il tempo è abbastanza
variabile perchè dipende dalla capacità di ogni occhio di sopportarle. Le lenti semirigide
permettono una migliore ossigenazione corneale rispetto alle lenti morbide. Per un uso
salutario le più indicate sono le lenti usa e getta.
Prima di maneggiare le lenti lavarsi accuratamente le mani. Per pulire le lenti vanno sempre
utilizzati liquidi specifici.
In presenza di arrossamento oculare, dolore e/o secrezione dovete sospendere l’uso delle
lenti fino a nuova indicazione dell’oculista; potreste complicare eventuali malattie
soprattutto una temibile cheratite.
• Quando fate lavori potenzialmente a rischio (giardinaggio con decespugliatori, bricolage
usando un martello ecc.) indossare sempre occhiali protettivi. È una sorte di “casco” che può
evitare molti incidenti domestici. I traumi oculari portono spesso conseguenze irreversibili.



 

SCOPRI L'OFFERTA PROMOZIONALE SU TUTTI GLI OCCHIALI

 

CLICCA QUI